«

»

Dec 09 2011

13. FotoBlog: Bianca & Valentina

Articolo FotoBlog n°13:

Bianca & Valentina – Trieste (Novembre 2011)

img_1588

Ecco a voi la pubblicazione della mia seconda esperinza in un servizio fotografico con due ragazze, Bianca e Valentina. Questo servizio fotografico è stato “improvvisato sul momento” in collaborazione con Andrea Valenti in zona Molo Audace e Piazza Unità a Trieste, il tutto nel tardo pomeriggio.
Non essendomi fin’ora mai cimentato in simili lavori, e soprattutto con persone che non fossero state prima mie amiche o ragazze, posso affermare senza ombra di dubbio che questa è stata un’esperienza importantissima di crescita personale. Sono andato ad esplorare un settore specifico della fotografia assolutamente nuovo per me! Un conto è fotografare un edificio, una manifestazione pubblica, un evento sportivo o la propria ragazza… un altro conto è fotografare e concentrare tutti gli sforzi in direzione di una persona conosciuta sul momento e a totale disposizione dell’obiettivo della fotocamera.

 

  • Contesto: Servizio fotografico a Trieste in zona Piazza Unità e Molo Audace.
  • Soggetti: Bianca e Valentina.
  • Condizioni: Intero pomeriggio fino al tramonto, cielo poco nuvoloso con leggera foschia serale.
  • Attrezzatura: Canon EOS 550D (Rebel T2i) + BatteryGrip + obiettivo Canon EF-S 15-85mm IS USM + filtro UV da 72mm + SAMYANG FishEYE 180° 8mm.
  • Considerazioni: Le considerazioni relative alla mia attrezzatura continuano ad essere positive. Per la prima volta ho avuto l’opportunità di poter usare il mio ultimo aquisto, l’obiettivo FishEye SAMYANG da 8mm interamente manuale. Di quest’ultimo sono rimasto colpito dai colori che riesce ad esprimere a f/8 a f/11 (non che a diaframmi inferiori si comporti male!).
    E’ davvero divertente e creativo l’uso del FishEye, questo anche alla luce dell’alta qualità delle immagini che si riesce ad ottenere che è davvero ottima. Il costo di quest’ottica non riflette affatto le sue prestazioni. Esso infatti offre qualità d’immagine pagaragonabili a quelle di obiettivi di molto più costosi (attorno ai 1000 euro) se paragonati ai suoi 230-260 euro.

L’esperienza del servizio fotografico è stata davvero interessante e istruttiva. Essa infatti non solo mi ha posto dinanzi ad un particolare tipo di fotografia (la ritrattistica) che prima non avevo mai trattato seriamente, ma mi ha anche messo nella situazione di dover lavorare con soggetti nuovi e mai conosciuti prima. Questi sono fattori da non sottovalutare perchè impone al fotografo di adottare un certo livello di professionalità e di avere le idee ben chiare su quello che si desidere alla fine ottenere.
Dai risultati ottenuti mi posso ritenere pienamente soddisfatto dei miei scatti e del lavoro condotto, sia dal lato personale che dal lato professionale. Per foto di questo tipo ho prestato grande attenzione al tipo di inquadratura e allo specifico taglio da dare alla foto. Durante quest’uscita fotografica ho condotto da autodidatta diversi esperimenti sulle inquadrature riuscendo ad ottenere, in alcuni casi, delle foto sicuramente più originali delle classiche foto da book fotografico.

Dal lato prettamente tecnico, posso solo evidenziare l’importanza di avere con sè un’attrezzatura adeguata al contesto. A meno di casi particolari i teleobiettivi sono inutili… Molto utile è invece l’adozione di obiettivi, magari a focale fissa, con diaframmi molto bassi (f/1.8 o f/2) per riuscire ad ottenere un effetto sfocato che, nel contesto della ritrattistica, diventa una caratteristica molto ricercata ed apprezzata. Anche se in piena battuta di sole, consiglio l’utilizzo di una flash esertno per diminuire i contrasti sui volti ove fosse necessario.

Un ringraziamento dovuto va al mio collega Andrea che mi ha dato l’opportunità di partecipare ad un’esperienza simile. Si ringraziano ovviamente anche le modelle Bianca e Valentina che con entusiasmo si sono volontariamente prestate ai nostri esperimenti e ai nostri obiettivi.


Be Sociable, Share!